.
Annunci online

  Paranor La Fortezza
 
Diario
 


Sign for Ricostituiamo il 4 Novembre festa nazionale



Le passioni più belle, sentite,
vissute, sono quelle che potenzialmente
possono fare più male, ma ti danno
la forza di stringere i denti, sopportare,
andare avanti,superare...
daje Gabriè!!!

"Colui il quale canta al dio
un canto di speranza,
vedrà compiersi il suo voto". 

                               Eschilo d'Eleusi 










...Ma quanto manca??

St. Patrick's Day countdown banner

Dottore - noncurante










Le Legioni romane marciano ancora per il
mondo alla riconquista dell'Impero!



Irish Style!






Lo sport che vorremmo....



ADERISCI ALLA CAMPAGNA

- STEWARD + HOSTESS!


A MODO NOSTRO





Nessuno ci priverà mai della voglia e della spregiudicatezza di vivere
la vita e le nostre passioni fino in fondo, come piace a noi,
 
A Modo Nostro!






ORGOGLIO...





I POLITICI SI ADEGUANO CON UNA CERTA FACILITà ALLE MODE...






La Strage non è fascista!

Verità per l'Italia e per le vittime della strage di Bologna

www.loradellaverita.org


Ciao Davide...







Viva la SANA, vecchia e cara Europa!!!





24 settembre 2008

Claudia e Pamela non ve ne andate...

 
(corriere)Claudia Schiffer la sexy top model tedesca è la regina della birra. All’Oktoberfest di Monaco di Baviera, la birra e il tedesco, sono molto comuni, ma Claudia Schiffer è  riuscita a rubare l’attenzione dell'evento di quest'anno. La bella 38enne è diventata la regina non ufficiale dell’Oktoberfest quando si è mostrata in un seducente abito tipico. La top model, tuttavia, è stata seduta tranquillamente con la sua birra a chiacchierare con gli amici. Così la leggendaria festa ha avuto già il primo personaggio famoso, Sabato, e ce ne saranno sicuramente molti di più all’Oktoberfest nelle prossime settimane. Pamela Anderson è tra quelli previsti...

        

...STIAMO ARRIVANDO!




permalink | inviato da paranor il 24/9/2008 alle 23:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 settembre 2008

La Bellezza e l'Idea, scolpite nel marmo

 


segnalato da noreporter

 Comuni di destra e di sinistra si alleano per rivalutare il Razionalismo fascista delle Città di Fondazione

(LaStampa) In nome della riscoperta delle bellezze architettoniche del Ventennio hanno seppellito le polemiche ideologiche e il 26 settembre si incontreranno a Latina, a sancire l'alleanza delle “Città di fondazione”. Sono i Comuni “rossi” e “neri” che hanno deciso di rimettere a nuovo ex case del fascio, edifici pubblici e altri gioielli dell'architettura razionalista che riempiono i centri urbani nati in epoca fascista. Che fra i promotori ci sia l'amministrazione di Predappio, paese natale di Mussolini e teatro dei raduni dei nostalgici non deve trarre in inganno: Giorgio Frassineti, assessore all' urbanistica e anche alla memoria storica, è un esempio vivente di romagnolo di sinistra doc, ma non per questo vuole dimenticare i monumenti costruiti sotto il Regime. Al contrario, vuole valorizzarli e farne oggetto di interesse anche per i turisti. Ex diessino confluito nel Pd, membro di una giunta di centrosinistra racconta che l'idea è nata un paio di anni fa, quando nella casa di Mussolini era allestita la mostra del pittore futurista Uberto Bonetti: “In quell'occasione abbiamo invitato i sindaci di Latina, Torviscosa e Tresigallo, e abbiamo cominciato a ragionare su come valorizzare al meglio quello che l'architettura razionalista aveva lasciato nelle nostre città”. Dato che Latina aveva già avviato un progetto analogo su scala regionale, l'iniziativa ha preso un respiro più ampio, coinvolgendo prima Arborea e Alghero, per poi allargarsi ad altri 16 localiè, da Sestrière a Lametia Terme a Carbonia, tutti invitati fra qualche giorno a Latina per aderire al protocollo d'intesa “Città di Fondazione”. “Io voglio bene al mio paese, sono sempre vissuto a Predappio, e questi edifici li ho sempre sentiti come miei, giocavo a pallone dietro all'ex Casa del fascio - aggiunge Frassineti - quella razionalista era una grande architettura, e la riscoperta della grande architettura di quel periodo mi sembra un fatto del tutto naturale”. Negli Anni Settanta, ricorda l'assessore, rossi e neri venivano qui a darsele tutte le domeniche, ora però quei tempi sono finiti da  un pezzo e comunque, ci tiene a precisare, “noi oggi parliamo solo di architettura”. Predappio nuova contende ad Arborea in Sardegna (che all'epoca si chiamava Mussolinia) lo scettro di prima città fascista, essendo stata fondata il 30 agosto del 1925. Oggi cerca di ridar vita agli edifici di quel periodo: in collaborazione con la facoltà di architettura dell'Università di Cesena, vuole creare un Centro di documentazione dell'architettura razionalista nell'ex casa del fascio.

Condanna unanime da Gianfranco Fini!

Per approfondimenti sull'architettura Razionalista, Il centro studi CESAR




permalink | inviato da paranor il 24/9/2008 alle 22:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 settembre 2008

Beh, Grazie...


San Cristoforo




permalink | inviato da paranor il 24/9/2008 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


23 settembre 2008

La stagione della Volontà e del Ferro

Equinozio d'Autunno

da CentroStudiLaRuna

 La morte annuale della natura e il risveglio delle forze interiori di volontà si bilanciano nell’equinozio d’autunno. Esso segna un’inversione di polarità nella manifestazione delle forze divine, che nei mesi precedenti si erano espresse principalmente nelle forme della natura, nella luce trionfante del giorno e che ora incominciano a pervadere la libera volontà dell’uomo. Quando la luce del mondo declina, l’uomo inizia a percepire sé stesso come portatore di una luce invisibile, non soggetta a tramonto. In tal senso il “dramma spirituale” dell’equinozio ricapitola e sintetizza la vicenda della storia sulla Terra: fine dell’età dell’oro, oscuramento del divino nella natura, sorgere dell’autocoscienza, senso individuale di solitudine cosmica e di responsabilità


Quel sentimento di malinconia, suggerito dalle foglie che ingialliscono e cadono, deve essere energicamente bandito. La nostalgia del passato, il lamento “tradizionalista” non si addicono all’uomo nobile (all’“arya”): egli sa che nel cosmo ciò che declina e muore è bilanciato secondo giustizia da ciò che sorge e si afferma. Nell’equinozio di autunno si celebra l’affermazione della volontà, la capacità “faustiana” di porsi obiettivi e di perseguirli.

L’elemento alchemico dell’autunno è il Ferro: al ferro materiale che ha forgiato la nostra civiltà tecno-industriale deve corrispondere il ferro spirituale della volontà, concretamente – e razionalmente – esercitata.

Gli Dei benedicono l’azione concreta, la volontà che si afferma in progetti ben definiti o che si volge alla formazione di sé (alla Bildung).




permalink | inviato da paranor il 23/9/2008 alle 9:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 settembre 2008

Uomo, ce l'hai facebook?

 ...Facebook?!?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. facebook

permalink | inviato da paranor il 17/9/2008 alle 22:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 settembre 2008

Fini e la parte sbagliata

Dopo un attimo di iniziale smarrimento si è capito cosa intendeva il presidente della camera parlando della 'parte sbagliata': si riferiva al 'posto' sbagliato dove immergersi, come nel caso della sua gitarella con pompieri al seguito, all'isola di Giannutri...mannaggia presidente, sei antifascista ma un pò birichino...




permalink | inviato da paranor il 17/9/2008 alle 21:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


16 settembre 2008

Alitalia, quello che altre forze politiche non dicono...

...divise tra chi attacca i lavoratori, chi i sindacati autonomi, chi attacca tutti sperando nel fallimento, esercitandosi nella caccia ai presunti privilegi in uno degli sport preferiti dagli italiani, quello di denunciare i vantaggi altrui nascondendo i propri. Nessuno ricorda che Alitalia non crolla oggi, ma lentamente, in anni di gestioni fallimentari e clientelari, di continue marchette. Alitalia che licenzia, prepensiona, ma che continua ad assumere; Alitalia che regala pubblicità ovunque, anche sulla meno letta delle riviste politiche, tutte, da destra a sinistra; Alitalia che paga milioni di euro ogni anno a praticamente tutte le società di consulenza e revisione, che stilano piani industriali fallimentari, mortificando o perlomeno neanche valutando il proprio personale. Alla fine anche la più stakanovista delle puttane, a forza di fare marchette si spompa...

Merito a Casapound per l'iniziativa.

                   

Questa mattina, Lunedi 15 settembre, in 40 città italiane, militanti di CASAPOUND ITALIA hanno riempito le principali fontane di bottiglie contenenti messaggi di aiuto. Messaggi di aiuto delle vittime dell'affondamento di Alitalia: i lavoratori che rischiano il licenziamento e le loro famiglie. La colpa della situazione di sfacelo della compagnia di bandiera è da attribuirsi esclusivamente alla politica e alla gestione clientelare di Alitalia. Alcuni dipendenti hanno avuto sì privilegi, ma non saranno di certo questi a pagare. Ad essere licenziati saranno come sempre i più vulnerabili e chi non ha “santi in paradiso”. Ma in tutto il paese si propaganda l'idea che la colpa sia dei dipendenti. Per mettere contro lavoratore e lavoratore, padri di famiglia contro padri di famiglia. Nessuno fra i dirigenti pubblici con stipendi da sei zeri che negli anni hanno contribuito al fallimento della compagnia pagherà mai. Nessun politico verrà colpito per aver usato Alitalia come “cosa propria”. Perché il progetto è sempre lo stesso: distruggere l'impresa pubblica per poi svendere ai soliti privati del capitalismo straccione italiano. Un film già visto che ha portato l'Italia a non avere più il controllo di telecomunicazioni e autostrade e che rivedremo ancora, quando si tratterà di svendere ferrovie e sanità pubblica. Invitiamo gli italiani ad aprire gli occhi e a solidarizzare con i lavoratori Alitalia che vivono in questi giorni ore drammatiche. Li invitiamo a riflettere su una nazione che non ha più una sua compagnia di bandiera e che ha perso il ruolo conquistato con gli immensi sacrifici degli italiani che ci hanno preceduto.

Gianluca Iannone
www.casapound.org




permalink | inviato da paranor il 16/9/2008 alle 9:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 settembre 2008

Dieci mesi, tondi tondi...

..sperando che sia l'ultimo 'anniversario' trascorso senza che nulla sia cambiato. Dieci mesi fa un ragazzo veniva ucciso in modo volontario da un poliziotto senza aver commesso nulla: ricordiamo che quel ragazzo, Gabriele Sandri, un tifoso laziale, non è resuscitato, mentre l'assassino è tornato al proprio lavoro, che gli consente di portare la stessa pistola con la quale ha volontoriamente ucciso, senza attenuanti e, ancora, senza neanche l'inizio di un processo; e parliamo di omicidio volontario. Lo stesso stato che non ha ancora giudicato questo assassino, vorrebbe chiudere dentro una cella uno spettatore che lancia un petardo o una bottiglietta, senza neanche giudizio. Forse così si capisce meglio perchè questo stato non è credibile...

Intanto qualcosa si muove a livello di diffusione della verità su quello che è accaduto in quella domenica di novembre...


Cara/o amica/o di Gabriele,

ti scriviamo queste poche righe per informarti della prossima iniziativa indetta in nome del nostro amato Gabbo.

Trascorsi 10 mesi dall´assassinio di Gabriele Sandri, trovandoci a ridosso della ripresa del processo di Arezzo che vede imputato l´agente scelto della Polizia di Stato Luigi Spaccarotella (accusato di omicidio volontario), per rompere il muro di silenzio che inspiegabilmente è stato calato sul delitto dell´A1, ti informiamo che il 22 SETTEMBRE 2008 uscirà nelle migliori librerie d´Italia un LIBRO VERITA´ con l´obiettivo di ricostruire i tragici accadimenti dell´11 Novembre 2007, facendo finalmente chiarezza sui troppi equivoci legati al caso, contribuendo così anche alle attività della Fondazione Gabriele Sandri.

E´ importante sottolineare che il libro è stato autorizzato dalla famiglia Sandri.

Certi che tu possa accogliere favorevolmente la comunicazione, ti invitiamo a diffondere il più possibile questa notizia.

Grazie!


GIUSTIZIA PER GABRIELE


http://www.gabrielesandri.it

 




permalink | inviato da paranor il 15/9/2008 alle 23:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 settembre 2008

Come può uno scoglio...

...Arginare il mare?


 

                         

9 settembre 1998 - 9 settembre 2008

Dieci anni fa, se ne andava uno dei più grandi interpreti delle nostre Emozioni.




permalink | inviato da paranor il 15/9/2008 alle 22:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


15 settembre 2008

L'8 settembre 1943...

...iniziava una guerra civile destinata ad insanguinare l'Italia almeno fino al 1946, e a dividere gli italiani per oltre 60 anni.

Le polemiche di questi giorni, ci ricordano che si tratta di una divisione che brucia infatti ancora oggi, alimentata dall'odio tutto ideologico dei figliocci e dei nipotini dei resistenti, un odio cieco che respinge ogni lettura storica, nel senso scientifico del termine, che non sia in linea con la lettura ideologica della storia del nostro paese imposta dai vincitori stessi. Al fine ovviamente di conservare la propria egemonia culturale, finita però ormai da tempo, come anche le ultime elezioni hanno dimostrato: lo spettro del fascismo storico, che si manifesterebbe ovunque, dalle scuole fino forse alle autostrade, non spaventa più nessuno, e questo ingenera nei volenterosi portatori di odio un insolito nervosismo, che li porta a rincarare ogni volta la dose, sempre più estremi, sempre più soli.

Il tempo qualcuno diceva, è galantuomo: non è stato così per i reduci della Repubblica Sociale Italiana, coloro che l'8 settembre furono 'vittime' del proprio orgoglio, che non vollero tradire l'alleato nè il proprio esercito; ragazzi cresciuti nel Ventennio, combattenti generosi per l'Onore d'Italia, e certo, anche per il fascismo, trattati come una immensa e unica massa di criminali.

Non è stato galantuomo ab contrario con le centinaia, forse migliaia, di criminali, che militarono nelle file partigiane, trattati invece come una unica massa di eroi, all'interno della quale rimasero impuniti migliaia di assassinii che nulla c'entravano con la guerra.

Non lo è stato con i cosidetti liberatori, gli angloamericani, che hanno provocato con i loro bombardamenti (che molti cresciuti nella scuola antifascista degli ultimi 60 anni attribuiscono invece ai tedeschi) migliaia di vittime tra i civili italiani, senza dimenticare i danni irreparabili ai monumenti e all'architettura di decine di città e cittadine italiane del centronord; crimini di guerra, questi almeno, rimasti impuniti.

Non lo è stato con le decine di vittime dell'antifascismo militante, che specie dal '68, oltre ad essere il pretesto per emarginare una intera area politica, ha casuato decine di vittime.

Chi ha pagato troppo, chi non ha pagato e non pagherà mai.

Questo ovviamente non per fare di tutta l'erba un fascio, la guerra brutta e cattiva, tutti criminali e quindi tutti assolti. Il contrario: le distinzioni sono necessarie, i fatti, le prospettive, analizzati tutti, per formare un giudizio più complesso, che non utilizzi le categorie morali del buono e cattivo, della cattiva e della buona fede (esiste anche una archeologia delle coscienze da recuperare nelle fosse?), ma quelle storiche dei fatti e dei documenti, delle cause e dei comportamenti, delle conseguenze.

Tutto quello di cui insomma i sacerdoti dell'odio antifascista temono, perchè ogni mattoncino di quella verità storica morale che si sono costruiti che si sgretola rischia di inclinare il muro della cittadella all'interno del quale si sono chiusi, travolgendoli. Paura.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 8 settembre antifascismo

permalink | inviato da paranor il 15/9/2008 alle 22:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     agosto        ottobre
 

 rubriche

Diario
Parole, Immagini, Suoni
segna(la)libro
Politica
Laureati eccellenti
On Tour
Notizie

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Colpa d'Alfredo
Fidatevi!
Controinformazione
Irlandando
CatoneIlCensore
IlSiculo
SferaPubblica
Mods&dintorni
Vecchio Stampo
Zetazeroalfa
Terra&Mare

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom