.
Annunci online

  Paranor La Fortezza
 
Diario
 


Sign for Ricostituiamo il 4 Novembre festa nazionale



Le passioni più belle, sentite,
vissute, sono quelle che potenzialmente
possono fare più male, ma ti danno
la forza di stringere i denti, sopportare,
andare avanti,superare...
daje Gabriè!!!

"Colui il quale canta al dio
un canto di speranza,
vedrà compiersi il suo voto". 

                               Eschilo d'Eleusi 










...Ma quanto manca??

St. Patrick's Day countdown banner

Dottore - noncurante










Le Legioni romane marciano ancora per il
mondo alla riconquista dell'Impero!



Irish Style!






Lo sport che vorremmo....



ADERISCI ALLA CAMPAGNA

- STEWARD + HOSTESS!


A MODO NOSTRO





Nessuno ci priverà mai della voglia e della spregiudicatezza di vivere
la vita e le nostre passioni fino in fondo, come piace a noi,
 
A Modo Nostro!






ORGOGLIO...





I POLITICI SI ADEGUANO CON UNA CERTA FACILITà ALLE MODE...






La Strage non è fascista!

Verità per l'Italia e per le vittime della strage di Bologna

www.loradellaverita.org


Ciao Davide...







Viva la SANA, vecchia e cara Europa!!!





23 settembre 2008

La stagione della Volontà e del Ferro

Equinozio d'Autunno

da CentroStudiLaRuna

 La morte annuale della natura e il risveglio delle forze interiori di volontà si bilanciano nell’equinozio d’autunno. Esso segna un’inversione di polarità nella manifestazione delle forze divine, che nei mesi precedenti si erano espresse principalmente nelle forme della natura, nella luce trionfante del giorno e che ora incominciano a pervadere la libera volontà dell’uomo. Quando la luce del mondo declina, l’uomo inizia a percepire sé stesso come portatore di una luce invisibile, non soggetta a tramonto. In tal senso il “dramma spirituale” dell’equinozio ricapitola e sintetizza la vicenda della storia sulla Terra: fine dell’età dell’oro, oscuramento del divino nella natura, sorgere dell’autocoscienza, senso individuale di solitudine cosmica e di responsabilità


Quel sentimento di malinconia, suggerito dalle foglie che ingialliscono e cadono, deve essere energicamente bandito. La nostalgia del passato, il lamento “tradizionalista” non si addicono all’uomo nobile (all’“arya”): egli sa che nel cosmo ciò che declina e muore è bilanciato secondo giustizia da ciò che sorge e si afferma. Nell’equinozio di autunno si celebra l’affermazione della volontà, la capacità “faustiana” di porsi obiettivi e di perseguirli.

L’elemento alchemico dell’autunno è il Ferro: al ferro materiale che ha forgiato la nostra civiltà tecno-industriale deve corrispondere il ferro spirituale della volontà, concretamente – e razionalmente – esercitata.

Gli Dei benedicono l’azione concreta, la volontà che si afferma in progetti ben definiti o che si volge alla formazione di sé (alla Bildung).




permalink | inviato da paranor il 23/9/2008 alle 9:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     agosto        ottobre
 

 rubriche

Diario
Parole, Immagini, Suoni
segna(la)libro
Politica
Laureati eccellenti
On Tour
Notizie

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Colpa d'Alfredo
Fidatevi!
Controinformazione
Irlandando
CatoneIlCensore
IlSiculo
SferaPubblica
Mods&dintorni
Vecchio Stampo
Zetazeroalfa
Terra&Mare

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom